Le storie degli altri

Saxophone Street Blues

santino

“Un’altra cosa che mi piaceva di quegli anni è che per la prima volta non era più necessario essere un anarchico per ascoltare il punk, e non dovevi necessariamente vestirti come un idiota per apprezzare l’hip-hop. Beatles o Rolling Stones? Tutti e due, contemporaneamente.”

“Unire, un’idea discreta, un’idea umana.
Ma dividere è un’idea ancora migliore. Un’idea diabolica.
Creare una massa di persone che pensano di essere una diversa dall’altra. Una massa in cui ognuno non vuole essere come l’altro, anzi, vuole essere migliore dell’altro, deve essere il migliore in assoluto.”

[Hector Luis Belial, Saxophone Street Blues, Las Vegas Edizioni]

Standard