Le storie degli altri

Albert Einstein, oggetti spazialmente estesi

guillame amat
(Foto: Guillaume Amat)

Nella presente edizione ho aggiunto, come quinta appendice, un’esposizione delle mie opinioni sul problema dello spazio in generale e sulla graduale modificazione delle nostre idee intorno allo spazio, dovuta all’influenza del punto di vista relativistico: desideravo mostrare che lo spaziotempo non è di necessità qualcosa a cui si possa attribuire un’esistenza separata, indipendentemente dagli oggetti effettivi dalla realtà fisica.
Gli oggetti fisici non sono nello spazio, ma questi oggetti sono spazialmente estesi. In tal modo il concetto di “spazio vuoto” perde il suo significato.


Albert Einstein, nella nota alla 15a edizione inglese della Relatività 

Standard